Come ti senti dopo il parto?

Un buon modo per dirlo è: sporca, sudata e bisognosa di una buona strofinata. Hai vissuto uno dei giorni più memorabili della tua vita e provato gli alti e i bassi più estremi a livello emotivo. Ma quando il sangue, il sudore e le lacrime del travaglio sono finiti, molte donne hanno il semplice desiderio di fare una doccia e rinfrescarsi.

Quando posso fare la doccia?

Dipende dal tipo di parto che hai avuto.

  • Dopo un parto normale : se il tuo è stato un normale parto vaginale, dopo la nascita la tua ostetrica potrebbe farti trascorrere un po’ di tempo da sola con il tuo partner per permettervi di conoscere il bambino e, eventualmente, procedere alla prima poppata. Dopo alcune ore di contatto pelle a pelle con il tuo bambino, in genere il personale ti suggerirà di andare in bagno, provare a urinare e, successivamente, fare una doccia. Se ti senti instabile, le ostetriche potranno accompagnarti o, nel caso, portarti in bagno aiutandosi con una sedia a rotelle.
  • Dopo le suture : dopo una sutura dovuta a una lacerazione o a un’episiotomia (un piccolo taglio effettuato a volte nel perineo per allargare la vagina e agevolare il parto), potresti essere un po’ nervosa. La tua ostetrica, però, ti spiegherà che la sutura deve essere tenuta pulita, e che prima inizi a lavarla, meglio sarà.
  • Dopo un cesareo : se hai avuto un cesareo, non sarai in grado di camminare o assumere la posizione eretta per un bel numero di ore, quindi non potrai fare la doccia immediatamente.
  • Dopo un'epidurale : se hai fatto un’epidurale, dovrai attendere che gli effetti scompaiano prima di poter camminare ed essere sganciata dalla flebo.

Come fare la doccia nelle ore immediatamente successive

Ovviamente, non sono io a doverti dire come fare una doccia. Ma, per una doccia fatta dopo un parto, vi sono alcuni aspetti in più da tenere in considerazione.

  • Non preoccuparti per il sangue : le perdite di sangue (i lochi) che compaiono quando ti alzi per la prima volta potrebbero sconvolgerti. Ricorda però che è un fenomeno assolutamente normale, e deve destare preoccupazione solo in caso di grandi coaguli o senso di vertigini o debolezza. Se le tue perdite ti preoccupano, consulta la tua ostetrica per consentirle di esaminare il caso e/o controllare la tua pressione sanguigna.
  • Non avere fretta di eliminare i cattivi odori : anche se è allettante l’idea di insaponarti sotto la doccia con dolci pozioni profumate, in verità le ostetriche preferiscono consigliare prodotti semplici e inodori, così da limitare il rischio di irritazioni soprattutto nella zona vaginale.
  • Lavati con delicatezza : questo non è il momento di andare di spugna. Limitati a una doccia delicata, prestando attenzione nella zona vaginale, soprattutto in caso di suture.
  • Asciugati bene : asciugare bene l’area intorno ai punti di sutura è importante per minimizzare il rischio di infezioni.
  • Al termine, indossa un assorbente igienico : per i primi giorni dopo il parto, dovrai indossare grandi assorbenti igienici post-partum, dal momento che i lochi potrebbero essere intensi. Anche mutandine di carta usa e getta potrebbero tornare utili (mi dispiace, ma è proprio così!).
  • Cambiati e indossa l'abbigliamento da notte : per ovvi motivi, evita qualsiasi capo bianco. Considera anche che un paio di leggings scuri e una vecchia t-shirt di taglia grande sono più comodi di una camicia da notte.

Doccia e bagno nei primissimi giorni

Una volta a casa, potresti desiderare ardentemente un bagno o una doccia, vedendo questo momento come il  “tempo dedicato solo a te”. Usa il tempo del bagno e della doccia a scopo di relax: se il sonno è poco, una doccia può avere un effetto rivitalizzante e un bagno può rilassarti prima delle poppate notturne.

La storia di una mamma:

Nelle primissime settimane a casa, facevo una doccia la mattina per rinfrescarmi dopo le poppate notturne e cercavo di approfittare del rientro di Tom per fare un bagno di sera. Era letteralmente l’unico momento riservato a me in tutto il giorno. Ne godevo in ogni singolo istante, e ho anche deciso di portare con me una radio per rilassarmi. Per il bagno, poi, ero solita usare dell’olio di lavanda per alleviare lo stress e distendermi e, posso giurarci, è stata una scelta corretta anche per la guarigione dei punti.

Fiona, mamma di Ava, due mesi.